giovedì 13 settembre 2012

Macchina di Erone per l'apertura delle porte di un tempio




Questo modellino in legno rappresenta il sistema automatico inventato da Erone di Alessandria, per far aprire in maniera automatica le porte dei templi.

Il suo funzionamento si basa sul principio del vapore.



Quando il sacerdote del tempio accendeva il braciere (1), aria calda si espandeva e passando attraverso il tubo (2) metteva in pressione un serbatoio d’acqua (3), che attraverso un sifone (4) andava a riempire un contenitore sospeso (5) collegato per mezzo di funi a dei cardini (6); la cui discesa faceva ruotare i cardini e apriva le porte del tempio, facendo alzare un peso (7) collegato anch’esso per mezzo di funi ai cardini.
Quando il fuoco veniva spento, la pressione del serbatoio (3) diminuiva, l’acqua dal contenitore (5) tornava indietro svuotandolo.
 In questo modo il peso (7) scendeva e faceva chiudere le porte del tempio.
Tutto il tempio è costruito in legno e molti listelli li ho fresati per ottenere le varie modanature.
 
Le 2 colonne che sostengono la base del tempio le ho ricavate usando il tornio.
Il serbatoio dell’acqua l’ho costruito con la plastilina e poi colorato in rame e i “piedi” che lo sostengono li ho ottenuti modellando dei tondini di ferro.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Se il blog ti è piaciuto votami qui