giovedì 28 luglio 2011

La battaglia di Waterloo




Dopo quattro anni di lavoro e migliaia di figurini e cavalli in scala 1/72 dipinti, sono riuscito a completare questo diorama dalle dimensioni di 3,30 x 2,20 metri raffigurante la battaglia di Waterloo.

La battaglia di Waterloo, combattuta il 18 giugno del 1815, vide come avversari:

·         Napoleone che comandava l’esercito Francese

Napoleone con il suo Stato Maggiore e artiglieria



·         Duca di Wellington, che comandava la Settima coalizione composta dai regni di Inghilterra, Prussia, Paesi Bassi, Hannover, Brunswick e Nassau.

Wellington con il suo Stato Maggiore


Anche se ci si ricorda solo del 18 giugno, quando ebbe luogo la battaglia di Waterloo, bisogna tener presente che i primi combattimenti iniziarono il 14 e infuriarono nei villaggi vicini a Waterloo ma soprattutto intorno a Quatre – Bra, un importante nodo stradale che portava a Bruxelles e arteria che serviva agli Inglesi per unirsi all’esercito Prussiano.

Il giorno della battaglia di Waterloo, i due schieramenti erano così posizionati:

·         I Francesi riuscirono ad attestarsi su un’alta collina, che dominava quasi tutto il campo di battaglia e Napoleone riusciva a “vedere” il lato destro del suo schieramento e frontalmente riusciva a vedere le linee nemiche. Il lato sinistro dello schieramento invece era coperto da una fitta boscaglia, proprio il lato in cui c’era Hougoumont.


Vista frontale del campo di battaglia
che aveva Napoleone


Vista del fianco destro che
aveva Napoleone

·         La Settima coalizione invece, era attestata su colline più basse ma il Duca di Wellington poteva osservare tutti i lati del suo schieramento e quindi aveva anche la visuale sulla fattoria – castello di Hougoumont (che diventerà la spina nel fianco di Napoleone).


Vista frontale del campo di battaglia che aveva Wellington



Vista del fianco sinistra che
aveva Wellington


Vista del fianco destro che
aveva Wellington



Il giorno della battaglia, a causa dei temporali avvenuti nella notte e che resero il terreno fangoso, i Francesi non riuscirono a posizionare tutti i loro cannoni, mentre gli Inglesi, essendo più riparati dalle intemperie avevano tutti i cannoni posizionati, anche all’interno di Hougoumont.
Iniziò la battaglia, Napoleone attaccò per prima Hougoumont, riuscì a conquistare i boschi intorno alla fattoria ma poiché Wellington l’aveva fortificata anche con i cannoni, i Francesi non riuscirono a prenderla.



Intanto Wellington decise di attaccare l’artiglieria dello schieramento francese e li tempestò con il fuoco dei suoi cannoni prima di dar via libera alle sue truppe di fucilieri schierati su due file.



Foto delle linee Inglesi


I Francesi reagirono lanciando dapprima le truppe di fanteria che spostarono sulla sinistra degli Inglesi il fronte principale e seguirono poi attacchi di cavalleria francese che fece indietreggiare alcuni reparti Inglesi.


Foto delle linee Francesi



Foto linee Francesi


Intanto ad Hougoumont i francesi continuarono ad impegnare molte forze.

Foto dei rinforzi Francesi che arrivano a Hougoumont

 Qui divenne famosa la battaglia che si combatté in mezzo al frutteto degli aranceti della fattoria.





L’armata Francese non riusciva a prendere la fattoria – castello.

Sul campo di battaglia principale, Napoleone vide che alcuni reparti Inglesi indietreggiavano e ordinò delle cariche di cavalleria. Napoleone, avendo il lato sinistro coperto dalle vegetazione, non vide e non capì che una parte delle truppe Inglesi che indietreggiavano andavano a rinforzare di nascosto Hougoumont.

Arrivo dei rinforzi Inglesi ad Hougoumont

Verso la serata però, sopraggiunsero le truppe Prussiane che nei giorni 16 e 17 uscirono sconfitte dalle prime battaglie con i Francesi. Prussiani che potevano contare su nuove forze, in quanto durante la loro frettolosa ritirata, incontrarono i loro rinforzi che si stavano dirigendo verso Waterloo, si riorganizzarono e riattaccarono.
Questo successe perché i reparti di Cavalleria Francesi che li inseguivano per annientarli definitivamente, non riuscirono a raggiungerli in quanto si persero e dovettero tornare a Waterloo per fronteggiare l’attacco degli Inglesi.
I Prussiani, giunti a Waterloo, si divisero in due gruppi; il primo non visto attaccò lo schieramento destro dei Francesi alle spalle e l’altro gruppo si unì ai soldati Inglesi e isolò gruppi di fanteria Francese che erano nelle prime linee.

Primo gruppo di Prussiani che 
attaccano alle spalle il lato destro
dei Francesi
Secondo gruppo di Prussiani che si
congiungono alle linee Inglesi


Napoleone fu così sconfitto.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Se il blog ti è piaciuto votami qui