domenica 3 aprile 2011

Traforo

Un altro elettroutensile che non dovrebbe mai mancare è il traforo.



Il traforo è una “macchina” che permette di tagliare e sagomare pezzi di diversi materiali (ovviamente cambiando le lame). Esistono anche dei trafori manuali chiamati archetti da traforo che però secondo me sono ideali solo per uso scolastico in quanto non consentono di fare particolari lavorazioni. In ogni caso necessita l’uso di morsetti per fissare il pezzo - invece di usare una mano per tenere il pezzo e quindi  usare l’archetto con una sola mano a scapito della precisione.
Esistono diversi trafori elettrici, con e senza regolazione della velocità, con o senza regolazione dell’inclinazione del piano e con o senza tensionamento rapido della lama.
Esistono anche due tipi di lama:
-          quella con i pernetti di fissaggio che taglia in una sola direzione, che consente sì di tagliare, ma se c’è una curva troppo stretta o bisogna tornare indietro o fare un angolo particolare, occorre fermare la macchina, allentare la lama e orientare il pezzo per la nuova direzione di lavoro.
-          Per ovviare a questo inconveniente esistono anche le lame senza pernetto e chiamate omnidirezionali, in quanto la lama non ha i taglienti solo su un lato ma a spirale lungo tutta la lunghezza della lama. Ciò consente di fare qualsiasi lavorazione senza fermare la macchina.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Se il blog ti è piaciuto votami qui